Chi sono?

Benvenuto viaggiatore, chiunque tu sia. Non so esattamente come le nostre storie si siano intrecciate e come tu abbia fatto ad arrivare fin qui; solo che prima di inondarti di – forse inutili – parole, vorrei ringraziarti per esserti interessato a questo sito e aver provato a capire chi sono.

Vorrei partire dal dirti come mi chiamo ma già la cosa risulterebbe piuttosto complessa, il mio nome è Dànila ma nessuno ha mai scritto quell’accento sulla prima a, motivo per cui il 99.9% delle persone che si approcciano al mio nome sono convinte che io mi chiami Danìla o Daniela.

Pensa che bella noia ogni volta che devo dire come mi chiamo!

Ad ogni modo ho parlato della cosa in un recente vlog, dagli un’occhiata per essere sicuro di aver capito bene il mio nome 😀

Ora che le presentazioni sono fatte posso dirti qualcosa in più su di me e sul mio blog. Classe 1992 – ho 25 anni -, dopo una maturità classica, una laurea in Economia e Cultura dell’Alimentazione, un Master sulla Cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare e il completamento di due terzi del corso per diventare sommelier, ho deciso di trasferirmi in Australia e da ormai sei mesi vivo nei dintorni di Perth.

Potrei dirti tante cose di me ma la verità è che non mi piacciono le etichette e trovo sia quasi impossibile riuscire a presentare se stessi con precisione e obiettività. Sembra quasi un paradosso per una persona che scrive un blog eppure è così.

Se già mi conoscete BENE con ogni possibilità in questo momento state ridendo pensando a quanto poco mi si addica il fatto di scrivere i fatti miei su internet, io che sono così schiva e riservata, che per dare confidenza a chi non conosco ci metto mesi se non anni.

Tornando ai viaggi, la mia relazione con il mondo del viaggio è nata dopo la maggiore età, quando ho potuto iniziare a decidere del mio tempo e a guadagnare i miei soldi.

Da quel giorno non mi sono mai fermata, l’idea di dovermi accontentare di un solo viaggio l’anno mi uccide e allora impiego tutte le mie forze per arrivare dove voglio e avere sempre un viaggio all’orizzonte.

Questo blog non è nato contemporaneamente ai miei viaggi, è frutto di una domenica di sana follia in cui ho deciso che era arrivato il momento di smettere di tediare amici e parenti – spesso disinteressati – con mille racconti di viaggi e che era il momento di rivolgermi a qualcuno a cui interessassero davvero, quale luogo migliore di un travel blog?

A distanza di tre anni da quella domenica sorrido beata pensando che in assoluto il mio blog è l’hobby che più mi ha dato soddisfazione, mi ha aperto le porte ad un mondo nuovo e mi ha dato la forza di credere nell’impegno e nel merito che prima o poi trionfano sempre – in un modo o nell’altro.

Tutto ciò che mi sembrava assolutamente impossibile ora è reale: migliaia di persone ogni mese capitano di qui e leggono ciò che io ho da dire. Mi sembra così assurdo: bellissimo e terrificante.
Tutti quelli che hanno una connessione internet potenzialmente possono leggere quello che io ho da dire – amici e parenti inclusi – e se da una parte sono elettrizzata dall’altra ho sempre il timore di scontentare qualcuno.

Ma poi mi ricordo che questo blog è mio e solo mio e per chi non dovesse apprezzarlo c’è una bella x rossa in altro a sinistra!

Negli ultimi tre anni il blog mi ha dato delle opportunità fantastiche: mi ha permesso di viaggiare e collaborare con Strutture ed Enti del Turismo, mi ha permesso di partecipare ad eventi di settore e corsi di formazione tenuti da grandi professionisti, mi ha messa in contatto con delle persone meravigliose con le quali condivido passioni e sogni alcune delle quali sono AMICIZIE nella vita offline; ma soprattutto ha aiutato tanti viaggiatori nell’organizzazione dei propri viaggi, viaggiatori che hanno scelto di mettersi in contatto con me per ringraziarmi, donandomi la più bella delle ricompense. Puoi immaginare quanto ciò sia soddisfacente?

Oggi a distanza di più di 1000 giorni dal giorno della sua apertura, Wannabeaglobetrotter si presenta al lettore con umiltà e onestà con un unico vero intento: aiutare nell’organizzazione di viaggi – siano essi semplici week end o veri e propri trasferimenti all’estero – con un occhio sempre attento alla cultura, alle abitudini alimentari e alle tradizioni delle popolazioni incontrate in questo lungo percorso di scoperta.

Vuoi lavorare con me? Dai un’occhiata al media kit di wannabeaglobetrotter.it per capire cosa posso fare per te e contattami per maggiori informazioni.

Ovviamente mi trovate sui canali social, vi invito a seguirmi per vedere da vicino la mia vita australiana e rimanere aggiornato su tutti i miei viaggi!