Buon giorno viaggiatori oggi voglio portarvi con me a Cayo Santa Maria un paradiso per gli occhi e gli amanti del mare che cela però un sistema piuttosto discutibile. Vi anticipo soltanto che ai cubani NON E’ CONSENTITO ENTRARE SULL’ISOLA.

cayo-santa-maria-

Come arrivare a Cayo Santa Maria?

Per raggiungere Cayo Santa Maria si può scegliere l’autobus o il taxi: il costo del bus da Santa Clara è di 26 cuc a persona a-r mentre il taxi da Remedios costa sui 30 euro a persona a-r – il costo così elevato del taxi è il motivo per cui abbiamo scelto di dormire sul Cayo nonostante la mancanza di casas particulares.

Noi siamo arrivati in taxi da Trinidad e abbiamo speso 70 cuc in due (1 cuc = 1 dollaro).

cayo-santa-maria-

Dove dormire a Cayo Santa Maria?

Qui iniziano i problemi, a Cayo Santa Maria infatti sono presenti solo hotel “di lusso”, strutture di recente costruzione a 4-5 stelle con formula all inclusive e prezzi a notte che partono dagli 80 cuc a camera.

Noi neanche a dirlo abbiamo scelto il più economico Hotel Cayo Santa Maria, una fregatura su tutti i fronti: l’hotel è nuovo e le camere carine e pulite MA il cibo è pessimo. L’hotel offre la possibilità di scegliere tra diversi ristoranti – cucina italiana, francese, gourmet e cubana – e una sala buffet; peccato che i ristoranti fossero tutti al completo da li ai seguenti dieci giorni eccetto quello gourmet dove GIURO non siamo riusciti a toccare NULLA di quello che era sul piatto andando a letto senza cena; poco meglio va scegliendo il ristorante a buffet.

Un altro problema è sorto con la prenotazione: avevamo infatti prenotato, attraverso un’agenzia locale, due notti nel “resort”, poi, a causa di un cambio di programma, abbiamo provato ad anticipare il soggiorno di un giorno chiamando l’agenzia in questione.

Telefonicamente ci è stato assicurato che avremmo potuto cambiare la prenotazione semplicemente contattando il referente dell’agenzia direttamente sull’isola; la verità è che non c’era nessun referente e non ci restava che scegliere tra ripagare il taxi per tornare sulla terra ferma e quindi tornare sul Cayo il giorno successivo oppure pagare una terza notte e rimanere, a parità di costo abbiamo optato per la seconda opzione

Quindi in sostanza dormite in qualsiasi altro hotel ma non in questo; se ne avete la possibilità optate per un hotel nei pressi di Playa las Gaviotas.

cayo-santa-maria-

Come spostarsi e cosa fare a Cayo Santa Maria?

Una volta arrivati sul Cayo avete tre possibilità: rimanere intanati nel perimetro del vostro resort, spostarvi a piedi per km per cambiare spiaggia oppure noleggiare uno scooter a 30 cuc al giorno – come abbiamo fatti noi.

cayo-santa-maria-

Cosa fare sull’isola?

Ogni resort offre attività di vario genere che spaziano dal kayak, alla gita in catamarano, giro in barca al tramonto e una serie di sport acquatici e attività a contatto con la natura (vi sfido ad avvicinarvi più di me ai fenicotteri rosa e scattare qualche foto migliore!).

Per gli amanti del genere sappiate che è anche presente un delfinario proprio all’inizio del Cayo: nella finzione più finta che possa esistere avrete modo di “nuotare” con questi simpatici mammiferi tenuti in gabbia. A voi la scelta.

cayo-santa-maria-

A mio avviso le attività migliori da fare al mare sono lunghe passeggiate sulla sabbia finissima, intensi bagni di sole e ovviamente fotografare albe e tramonti; tuttavia se non avessi avuto una terribile otite che mi ha impedito di bagnare la testa avrei optato per un giro in barca al tramonto o per il kayak.

cayo-santa-maria-

Sfruttando lo scooter è anche possibile arrivare fino a Cayo Las Brujas – sulla strada di ritorno verso Remedios; avevo sentito pareri entusiasti su questa spiaggia e avevo delle aspettative altissime, tuttavia quello che ho trovato è stata una spiaggia sporca e di difficile accesso a causa di enormi buche causate dalle ruote di tir e scavatrici, infine un panorama orribile sul cantiere di nuovo resort. Decisamente non mi sento di consigliarvela.

Quello che assolutamente vi consiglio è Playa Las Gaviotas una riserva naturale che sembra uscita da una cartolina: qui troverete tutto ciò che ci può aspettare da una spiaggia caraibica.

Per accedere alla spiaggia si paga un biglietto di 4 cuc a persona valido per l’intera giornata.

cayo-santa-maria-

DSCF6679 copy

E la sera? La sera si può rimanere nel resort. Fine della storia.

Dimenticatevi bar sulla spiaggia o qualsiasi altro luogo di incontro, se volete uscire dal vostro hotel potrete andare in un altro percorrendo strade piene di buche e assolutamente al buio.

Andare o non andare? Vi racconto la mia esperienza e vi dico come la penso.

 

Alla luce di quello che vi ho appena detto e delle immagini che vi ho fatto vedere sarei ipocrita nel dire che non vale la pena di visitare Cayo Santa Maria. Il punto è se voi ve la sentite di andare ad oziare in un’isola in cui gli unici cubani presenti sono impiegati nei resort con stipendi tutt’altro che allineati al costo delle strutture.

Non è tutto: come vi anticipavo ai cubani NON E’ CONSENTITO arrivare sul cayo se non per accompagnare dei turisti o andarli a riprendere – motivo per cui è necessario organizzarsi all’andata per il taxi del ritorno.

E poi c’è la questione del resort: onestamente noi avevamo escluso dal nostro itinerario la possibilità di arrivare ai Cayos settentrionali proprio perchè contrari al fatto di dormire in hotel, abbiamo scelto le casas particulares per tutto il viaggio ed è proprio questa scelta ad aver reso il soggiorno indimenticabile.
Poi però abbiamo passato delle giornate infernali tra ospedali, cliniche e antibiotici e l’unica cosa di cui avevo bisogno era un pò di riposo al mare, oziare tutto il giorno in spiaggia senza il bisogno di fare ogni giorno due ore d’auto.

In definitiva non mi sento di dirvi di non andate a Cayo Santa Maria semplicemente sappiate a cosa andrete incontro.

L’alternativa può essere quella di dormire a Remedios e raggiungere i cayos in taxi in giornata, a voi la scelta.

 

Altro da Cuba:

Per qualsiasi altra informazione non esitate a contattarmi!

PS se non lo avete ancora visto sul mio canale youtube trovate il video del viaggio: check it out!

6 COMMENTI

  1. […] Se avete deciso di dedicare una giornata ai cayos raggiungibili da Vinales le due possibili scelte sono Cayo Jutias e Cayo Levisa; due isole selvagge e totalmente diverse dalle note località balneari cubane come Varadero o Cayo Santa Maria, infatti, se in quest’ultimi è praticamente impossibile incontrare cubani in vacanza a Cayo Jutias in spiaggia ci saranno quasi solo cubani – se vi ricordate il motivo per cui Cayo Santa Maria non mi aveva fatta impazzire è proprio il divieto d’accesso ai non turisti. […]

  2. Ciao Danila!
    Sto raccogliendo qualche informazione su Cuba a gennaio. Leggo pareri contrastanti sulle temperature nei cayos del nord, molte persone dicono di aver trovato mare freddo e giornate non proprio da costume.
    Le tue bellissime foto dicono il contrario! Ovviamente va anche a fortuna, ma vorrei chiederti se, in media, è un periodo che ti senti di cosnigliare anche a chi vuole passare qualche giorno in spiaggia.

    Grazie 🙂

LASCIA UNA RISPOTA