Ogni volta che si verifica un incidente aereo o un qualsiasi imprevisto legato a questo mezzo di trasporto si accendono le polemiche su quanto sia l’aereo un mezzo sicuro e quanto sia bene utilizzarlo.

 

Ho una teoria tutta mia a riguardo che spazia tra lo scettico, l’auto illusione e il cinico; mettiamola così: guidando ogni giorno la mia automobile per andare a lavoro mi espongo ad un rischio proporzionale al tempo trascorso in auto e ai km percorsi.
Bene facendo la stessa considerazione per l’aereo ne uscirebbe un rischio notevolmente minore considerando che prendo l’aereo massimo 10 – 15 volte in un anno e la probabilità che si verifichino disastri aerei, in un giorno, sono piuttosto basse anche se non nulle.
Quindi, potenzialmente, rischio maggiormente la vita per andare a lavoro ogni giorno: con questo penso di aver detto la mia sulla paura di volare.
Volando verso l’Asia

 

A questo aggiungerei che è inutile farsi prendere le paranoie nell’immediato di un incidente, sarebbe come non visitare più Parigi dopo l’attentato a Charlie Hebdo.. Se possibile, le probabilità che accada nuovamente nel breve termine sono inesistenti.
Detto ciò, gli avvenimenti recenti ci insegnano che basta un attimo perché un individuo possa decidere della sorte di altri 150, anche a bordo del mezzo più sicuro al mondo.
Il punto è: quante possibilità ci sono che capiti proprio a voi?
Lo so che è quello che dicono tutti, vittime incluse, ma quando il rischio da correre sembra del tutto proporzionato a ciò che otterrete dopo, come si può rinunciare?
Come si può fare a meno di salire su un aereo se quell’aereo vi porterà a realizzare un sogno? uno di quei sogni così grandi da farvi esplodere il cuore.

Volando verso l’Asia
E’ come per quelle persone che sognano di diventare medici, volenti o nolenti, per realizzare il loro sogno, dovranno iscriversi a medicina.
Bene, lo stesso vale per me: io sogno di viaggiare ai quattro angoli del mondo, di raggiungere gli angoli più remoti del pianeta, di conoscere le minoranze relegate in un angolo sperduto del globo.
Sogno di di trovarmi, un giorno, in aeroporto con i miei figli ad aspettare il prossimo volo e raccontargli dei tanti viaggi passati, delle avventure vissute con il cuore, degli imprevisti che rendono il viaggio unico.
Come potrei realizzare questo mio sogno senza l’aereo?E poi… Io adoro volare!
Mi commuovo nel momento esatto in cui le ruote si staccano da terra e ti senti improvvisamente schiacciato contro il sedile, amo guardare il mondo dall’oblò, da questa visuale privilegiata e perfetta che mostra tutto piccolo e ordinato tanto che ti sembra di poterlo padroneggiare da lassù; mi piace osservare i miei compagni di viaggio e cercare di capire il motivo del loro migrare, mi piace l’odore dell’aereo e la sensazione di immensa felicità che provo quando ci salgo.Quando sono su un aereo riesco a guardare tutto dalla giusta prospettiva, sono calma e rilassata, ogni cosa sembra andare al suo posto e tutto è improvvisamente più bello.

Non ho mai avuto paura di volare e non posso attribuirmene il merito perchè la paura è qualcosa di completamente irrazionale ma sono grata di non esserlo perchè il volo è il mezzo per realizzare i miei sogni.

Ricordo ancora la mia prima volta in aereo, o almeno una delle prime: io, mamma e Arianna stavamo andando dai parenti in Calabria, avevo più o meno sei anni e viaggiavamo su un volo Alitalia.
Ricordo che ero felice di quella situazione nuova, ricordo la gioia di vedere parte della cabina di pilotaggio mentre mamma combatteva contro il mal d’aereo, ricordo la gentilezza delle hostess e l’adrenalina in volo.

Non fatevi prendere da paure inutili, da ansie del momento o da racconti suggestivi.. pensate soltanto a quello che desiderate e se il vostro desiderio è quello di raggiungere l’altra parte del mondo, bene, prenotate un volo e lanciatevi verso i vostri sogni, non permettete che la paura vi impedisca di sognare.

Vi abbraccio, Danila.

6 COMMENTI

  1. Sante parole! Per me salire su un aereo è felicità ed euforia! Se sono lassù vuol dire che sta cominciando una nuova avventura in qualche posto a me sconosciuto e come faccio a farmi fermare dalla paura??? Che poi sono abbastanza incosciente e cerco di distrarmi facendo altro quindi sono rare le volte in cui ho pensato ai titoli dei giornali col nome del mio volo sopra xD

    • Ciao Lu,
      sono felice che ti ritrovi nelle mie parole.
      Esatto, come posso farmi prendere dalla paura quando sto andando verso un posto che desidero?

      PS confesso che nelle tratte lunghe dormo il 90% del tempo quindi gioco facile!

    • Ciao Michela, grazie per essere passata di qui!
      Pensare che ho scritto questa cosa tante volte sulle pagine di blog che leggo e ammiro… che bello leggerle sul mio questa volta.

      Grazie di cuore.

  2. Una volta lessi che l'aereo è il mezzo più sicuro al mondo. Basti pensare a quanti aerei volano ogni giorno. In aeroporti come Londra, New York, Singapore ecc vola un aereo ogni minuto, se si moltiplica questo valore per i maggiori aeroporti al mondo otteniamo un numero mostruoso. E quanti ne cadono? Sinceramente ci sono più probabilità che camminando per strada ci caschi un vaso in testa …

LASCIA UNA RISPOTA