Quando un anno sta per finire si tende a tirare un pò le fila dei dodici mesi appena trascorsi e darsi una sorta di pagella.
A dicembre 2013 scrivevo di essere ad un passo dalla laurea che sarebbe dovuta finalmente arrivare lo scorso novembre ma per problemi logistici e burocratici dovrà attendere il prossimo febbraio..
Non vedevo l’ora di partire per gli Stati Uniti dove mi aspettava un OnTheRoad di venti giorni che oltre ad aver riempito il mio cuore e la mia mente di splendidi ricordi ha inesorabilmente svuotato il mio conto determinando una frenata, in termini di viaggi, per il periodo successivo al ritorno.

Las Vegas 2014
Eppure non rimpiango neanche un giorno li… Con un colpo solo ho realizzato il sogno di alzare la testa all’insù e vedere i giganti grattacieli newyorkesi, ho pianto dalla felicità quando ho realizzato di trovarmi davvero in California tra spiagge e città mozzafiato, San Francisco prima tra tutte.
Ho provato per la prima volta l’ebrezza della libertà vera che si prova quando sei in auto e intorno a te sembra tutto sconfinato e puoi andare DOVE VUOI.

Californian me – Los Angeles 2014
A giugno sono stata per la prima volta in campeggio in Toscana e ho assolutamente amato il contatto pieno con la natura.

Toscana 2014
A luglio-agosto è stata di nuovo tempo per una prima volta: finalmente SARDEGNA!

Cala Luna – Sardegna 2014
Una regione in cui non ero mai stata, che sognavo da tanto tempo e che assolutamente non pensavo mi avrebbe rapita a tal punto.
Nelle due settimane li ci siamo spostati da nord a sud come delle trottole nel tentativo di vederne ogni angolo, ogni spiaggia, ogni meravigliosa scogliera.
Neanche a dirlo per il 2015 non ho dubbi: torno in Sardegna, l’isola dalle acque cristalline che se avesse le palme si chiamerebbe Maldive.
Ad agosto, come ormai da due anni, ho trascorso una settimana all’Isola d’Elba per lavoro, riuscendo a godere di quasi un mese consecutivo di mare e se avete imparato a conoscermi un pochino sapete quanto ciò mi renda felice.

Io e la mia Amica Valeria – Isola d’Elba 2014
E per finire il rewind dei viaggi 2014 sono ovviamente tornata a Londra… Ormai lo avrete capito una volta l’anno devo andarci, mi manca sempre.

London 2014

Non ultimo ho scoperto di apprezzare ogni giorno di più il territorio che mi circonda e di questo ringrazio Manuela Vitulli.
Cosa c’entra lei? A forza di leggere sul suo blog dell’amore per la sua Puglia mi sono detta “OK qui da me non c’è il mare eppure l’Umbria è una regione cosi amata proviamo a scoprirla” e piano piano ho iniziato ad apprezzare sia Perugia che i dintorni perdendomi a rimirare borghi medievali e campagne circostanti.
E se anche questo può sembrarvi insignificante, vi assicuro non lo è.
Finalmente ho imparato ad essere positiva e vedere il bicchiere sempre mezzo pieno; e anche se ogni percorso di crescita inizia dentro di noi, devo ringraziare Manu per aver innescato la scintilla anche se inconsapevolmente.

Piazza Italia – Perugia 2014
Perugia 2014
Radicofani, Toscana 2014

Sempre un anno fa scrivevo di voler andare in Asia per un periodo prolungato e anche se non è successo nel 2014 sono serena perché succederà al più presto.
Più passa il tempo e più capisco di essere padrona dei sogni miei.
In fondo gioco una partita con la vita in cui l’unico giocatore titolare sono io.
Lo scorso anno mi ero quasi convinta di voler studiare medicina ma poi mi sono resa conto che io in questo paese non voglio rimanerci così a lungo e soprattutto non credo nel nostro sistema di istruzione, nel nostro paese e nel nostro governo.
I miei piani per il futuro sono cambiati.. Non li vedo più nitidi come mi succedeva fino a poco tempo fa, vedo una nube fitta con sprazzi di schiarite.. Ma quella nube contiene il mondo. A 22 anni ho la possibilità di scegliere cosa fare. Mi sono resa conto che non me ne frega nulla se un giorno avrò o meno il contratto a tempo indeterminato perchè IO NON LO VOGLIO UN CONTRATTO INDETERMINATO.
Si chiamatemi pazza ma l’idea di fare una stessa cosa per quaranta anni della mia vita mi tedia immensamente.
Probabilmente non sarò mai ricca o non farò mai una carriera lampante ma a chi importa?
Sento di avere dentro la forza per realizzare tutto ciò che voglio e non voglio sprecare neanche un briciolo di essa per compiacere gli altri o percorrere una strada già scritta in cui devi correre per stare al passo con i tempi: studia, laureati, cerca lavoro, fidanzati, sposati, fai un figlio e dedicati ad esso, magari 2 settimane di ferie l’anno.
No col cazzo direi.
Non sono mai stata brava ne ad obbedire ne a seguire le masse quindi non mi importa di non fare la specialistica subito dopo la triennale, non mi importa di essere troppo grande di età quando un giorno deciderò di riprendere a studiare perché quel giorno spero di avere così tante esperienze in corpo da compensare i titoli di studio.

Los Angeles 2014
Lo scorso 31 dicembre concludevo il mio resoconto del 2014 scrivendo “…e prima di tutto spero che l’anno prossimo potrò guardare all’anno precedente ed essere fiera di me esattamente come lo sono ora”.
E sapete che vi dico?
Non sono soddisfatta al 101% di quello che ho fatto quest’anno; non sono mai soddisfatta a pieno perchè significherebbe considerarmi arrivata e smettere di lottare per qualcosa.
Eppure sono fiera di me come non mai perchè nonostante tanti aspetti siano davvero una merda e nonostante la vita non vada sempre secondo i nostri piani, io in questo 2014 non mi sono mai arresa.
Non ho mai pensato di non potercela fare quando stare dietro a tutto era pura follia.
Più passa il tempo e più me ne rendo conto, l’unica moneta che davvero conta è la forza di volontà e chi la possiede può davvero conquistare il mondo.
Spero di non avervi annoiati con questo post così prolisso.
Vi abbraccio,
Danila.

LASCIA UNA RISPOTA