val-d'orcia-benessere-terme-sensoriali-chianciano

Come vi avevo accennato qui ho trascorso l’ultimo fine settimana di ottobre in Val d’Orcia, districandomi tra borghi che profumano di medioevo, aperitivi a base di prodotti tipici e relax termale.

Devo ammettere che non sono una grande fan di queste strutture: un po’ per i costi spesso eccessivi, un po’ perché non è la mia massima aspirazione quella di rinchiudermi in uno spazio chiuso insieme a tanti altri alla spasmodica ricerca di relax.
Di solito la mia idea di relax coincide con la vista di un bel tramonto, un bicchiere di vino e una buona compagnia.
Eppure questa volta, grazie ad un graditissimo coupon regalo, abbiamo deciso di provare le terme sensoriali di Chianciano, totalmente ignari di cosa aspettarci.

 

Val d’Orcia benessere : la nostra esperienza

 

Attraversato il grande parco all’ingresso, deserto a causa della stagione, si giunge ad una moderna struttura in vetro e legno dove si viene accolti dalle receptionists.
A questo punto, raggiunti gli spogliatoi, la mia speranza di relax è stata infranta dalla quantità di persone già presenti (d’altronde cosa potevo aspettarmi in un giorno festivo?)

val-d'orcia-benessere-terme-sensoriali-chianciano
Tutto sommato una volta entrato siamo riusciti ad evitare le calche facendo un percorso casuale e non uno dei 4 che il centro consiglia che prevedono un ordine di svolgimento e di conseguenza le code.
La struttura, nuova e moderna, é curata nei minimi dettagli; il primo piano é occupato dalla zona acqua dove si trovano piscine, saune, bagno turco, aroma terapia, al piano inferiore c’è invece la zona terra con il calcarium, tiepidarium e la piramide energetica.

Apro una parentesi: se le parole “piramide energetica” stanno suscitando in voi una qualche forma di curiosità devo deludervi. La piramide energetica altro non è che una piccola stanza bianca a forma di piramide al centro della quale é adagiato un cuscino nero, fine della storia.
Nessuna strana fonte energetica, no musica no giochi di luci.

Falsi poteri a parte ho apprezzato il caldarium, stanza all’interno della quale é possibile cospargersi di fango a scelta tra rilassante, purificante ed energizzante, al piano superiore la mia attenzione é stata catturata dalla piscina riscaldata all’aperto: non avendola mai provata temevo il congelamento.. Tutt’altro é un’esperienza rilassante e decisamente energizzante.

val-d'orcia-benessere-terme-sensoriali-chianciano


Infine ho trascorso una mezz’ora nella sala del silenzio interiore: una piccola stanza dalle pareti rivestite di ciniglia e al centro quattro capsule ovoidali insonorizzate dentro le quali adagiarsi e raggiungere il proprio silenzio interiore.

val-d'orcia-benessere-terme-sensoriali-chianciano

Gli amanti del genere non possono perdersi quindi una giornata alle Terme Sensoriali di Chianciano, posizionate in modo strategico per visitare il bellissimo sud della Toscana e immergersi nella Val d’Orcia.Non posso dire che le terme non mi siano piaciute e neanche che non ci tornerò più, ma posso dire che la mia idea di relax alle terme prevede attività che immagino di potermi permettere tra vent’anni…SPERO.

INFO UTILI:
L’ingresso alle terme costa 45euro a persona nel week end e giorni festivi mentre costa solo 24 euro durante la settimana.

Tutte le immagini sono state prese dal web.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOTA